Copyright (C) 2018 www.Bioregione.eu
Città metropolitana
Consumi collettivi
Entità e distribuzione dei consumi di prodotti agro-alimentari per la ristorazione istituzionale delle provincie di Milano, Monza e Brianza.
Leggi ancora..
Pavia
Consumi collettivi
Entità e distribuzione dei consumi di prodotti agro-alimentari per la ristorazione istituzionale in provincia di Pavia
Leggi ancora..
Regione Lombardia
Consumi collettivi
Entità e distribuzione dei consumi di prodotti agro-alimentari per la ristorazione istituzionale della Regione Lombardia
in preparazione..

Bioregione: Analisi dei Consumi collettivi


Quantità e distribuzione annuale dei consumi di prodotti alimentari nella ristorazione istituzionale

Work in progress.. Il gruppo di lavoro Consumi collettivi ha lo scopo di stimare i consumi medi annui della ristorazione collettiva istituzionale e la loro distribuzione sul territorio, sia a livello comunale che di regione agraria, in relazione a 47 categorie di prodotto così distribuite tra 6 classi merceologiche: frutta (9 referenze), ortaggi (12 referenze), latte e derivati (5 referenze), carne-pesce e derivati (7 referenze), cereali-legumi e derivati (5 referenze), altri alimenti (5 referenze).
Specularmente a quanto fatto per l’analisi delle produzioni dal gruppo di lavoro Produzioni, i valori, espressi in tonnellate per anno, considerano il consumo di prodotti da agricoltura convenzionale e biologica, stimati sui principali bacini di consumo omogenei della regione.
Dai risultati del sondaggio svolto dal gruppo di lavoro Pasti e Ristorazione, è stato selezionato un campione di indagine omogeneamente distribuito e rappresentativo. Ciò ha consentito di ricostruire il quadro generale delle politiche di approvvigionamento adottate, identificando le tipologie e altri dati qualitativi inerenti il servizio di ristorazione, oltre a dati quantitativi sugli acquisti legati alle diverse filiere di produzione.
Per quanto riguarda le valutazioni quantitative, sia per la ristorazione scolastica, che per gli altri comparti della ristorazione istituzionale (UdOs minori, UdOS anziani, ospedali, altre UdOS), queste sono state basate sul numero di pasti e/o di giornate alimentari.
Si è proceduto ad analizzare 5 menù per ogni comparto di ristorazione, dai quali sono stati ricavati i consumi medi giornalieri delle principali referenze. I quantitativi medi per pasto sono quindi stati moltiplicati per il numero di pasti erogati. Per il consumo di prodotti biologici è stata presa in considerazione la sola ristorazione scolastica, essendo l’unica tipologia a presentare quantitativi significativi di richiesta per il biologico.
I dati aggregati per categorie e macro-categoria di prodotti alimentari sono stati organizzati in un database georeferenziato (Geodatabase di Bioregione) dal quale è stato possibile estrapolare valori su scale territoriali differenti (comune, provincia, regione, cluster territoriali specifici), con la realizzazione di mappe della distribuzione dei consumi nell’areale considerato.
Copyright (C) 2018 - www.Bioregione.eu