Copyright (C) 2018 - www.bioregione.eu
FCE – Food Chain Evaluator
Scarti Energia & Ambiente
FCE è uno strumento utile ad approfondire i processi di filiera che connettono domanda e offerta e a sviluppare scenari migliorativi.
Leggi ancora..
L'analisi delle filiere
Scarti Energia & Ambiente
Le principali filiere dei menù della ristorazione istituzionale collettiva sono state analizzate attraverso lo strumento del FCE ed il relativo approccio metodologico
Leggi ancora..
La filiara del pane
Scarti Energia & Ambiente
Tra le principali filiere dei menù della ristorazione istituzionale si riporta l’esempio dell’analisi dei consumi di energia primaria non rinnovabile nella filiera del pane.
Leggi ancora..
La filiera del pomodoro
Scarti Energia & Ambiente
Tra le principali filiere dei menù della ristorazione istituzionale si riporta l’esempio dell’analisi dei consumi di energia primaria non rinnovabile nella filiera del pomodoro.
Leggi ancora..

Bioregione: Analisi delle efficienze energetiche ed ambientali


Elaborazione di un modello di analisi delle filiere

Work in progress.. Il gruppo di lavoro Scarti, Energia e Ambiente ha lo scopo principale di mettere a punto un modello di analisi delle filiere alimentari attraverso l’elaborazione e l’implementazione del Food Chain Evaluator (FCE). Se da un lato il geodatabase di Bioregione, elaborato dai moduli Produzioni e Consumi collettivi, consente di mappare la domanda della ristorazione istituzionale e di individuare possibili bacini locali di approvvigionamento, il modello FCE è pensato come strumento utile ad approfondire i processi di filiera che connettono domanda e offerta in un ambito territoriale definito, ed elaborare scenari migliorativi.
Il FCE è stato impiegato per ottimizzare i processi di filiera nella direzione di un risparmio energetico e di conseguenza della relativa riduzione dei costi, valutando i passaggi dalla fase agronomica di produzione in campo al conferimento ai centri di cottura, alla preparazione del pasto e la gestione degli scarti. E’ stato possibile quindi individuare i passaggi di filiera maggiormente impattanti e di operare scelte utili all’ottimizzazione dei processi.
Sono state analizzate le caratteristiche dei menù della ristorazione collettiva prendendo in considerazione un numero rappresentativo di centri di consumo ed individuando le filiere di approvvigionamento alimentare più rilevanti in relazione ai menù della ristorazione istituzionale. Quindi, il FCE è stato implementato previa il reperimento e l’elaborazione dei dati relativi ai passaggi tra produzione e consumo nell’ambito di almeno 20 filiere, con la realizzazione di un database funzionale all’ottimizzazione energetica e dei costi.
Parallelamente è stata sviluppata una metodologia adeguata al monitoraggio, stima e gestione dei rifiuti. L’esigenza di quantificare i flussi di energia e materia relativi alla fase finale del ciclo di vita del pasto, infatti, ha portato ad implementare e sperimentare una metodologia di misura degli scarti nella fase di consumo.
Infine, nella fase di sperimentazione il modello FCE, lo specifico database di riferimento e la metodologia sviluppata sono stati testati su casi studio rappresentativi utilizzando specifiche unità funzionali e indicatori adeguati allo sviluppo di scenari migliorativi: il pasto equivalente.
La stima degli scarti
Scarti Energia & Ambiente
Al fine di includere nel modello di analisi di filiera, ... è stata elaborata una metodologia di misurazione degli scarti alimentari generati in fase di consumo
Leggi ancora..
Il pasto equivalente
Scarti Energia & Ambiente
Il pasto equivalente è stato impiegato come indicatore, nell’ambito della sperimentazione di unità funzionali su cui basare lo sviluppo di scenari migliorativi.
Leggi ancora..
Sviluppi futuri
Scarti Energia & Ambiente
Sviluppi futuri prevedono l'implementazione del modello FCE, aggiornando il database con informazioni rilevate su campo

Leggi ancora..
Copyright (C) 2018 - www.Bioregione.eu