Copyright (C) 2018 - www.Bioregione.eu

Programma Bioregione: Articolazione delle attività

attivita primo anno Modulo produzioni
Raccolta e integrazione funzionale di diverse fonti dati (es. ISTAT, SIARL) esistenti per la Lombardia e la provincia di Novara sulle produzioni agricole e sui prodotti agroalimentari trasformati, con la realizzazione di un database geo-referenziato relativo alle diverse categorie di prodotto distinte per produzione biologica e convenzionale.

Modulo consumi collettivi
Stime sui volumi e localizzazione degli acquisti collettivi di prodotti agroalimentari in Lombardia e nella provincia di Novara da parte della ristorazione istituzionale e dei gruppi di acquisto solidale (GAS), con la realizzazione di un database geo-referenziato relativo alle diverse categorie di prodotto distinte per produzione biologica e convenzionale e in base alle specifiche sui requisiti di qualità o di provenienza (prodotto DOP, IGP, fair-trade, regionale e/o locale).

Modulo Scarti, Energia & Ambiente
Campagna di misure sugli scarti alimentari nella ristorazione istituzionale, dovuti ad un consumo incompleto del commensale o ad una distribuzione incompleta delle vivande. Il sondaggio, effettuato presso un numero rappresentativo di centri di preparazione pasti e consumo in Lombardia e nella provincia di Novara, rappresenta la base per condurre stime di efficienza logistica per le tre potenziali fonti di scarti: centri di cottura, refettori, refettori con cucina.

Modulo politiche territoriali
Analisi dei principali documenti di regolamentazione istituzionale delle politiche territoriali, ambientali e rurali a diversi livelli; ricostruzione della definizione multidimensionale del Bioregionalismo; proposta di una ricucitura tra settori e competenze differenti; individuazione delle relazioni geografiche tra i centri di produzione e consumo e il sistema territoriale in cui si collocano.

Modulo sperimentazioni
Con la partecipazione di attori istituzionali e non, individuazione, in tre aree studio di buone pratiche relativamente a: (i) nuovi modelli di approvvigionamento di prodotti locali biologici e di qualità da parte di una domanda urbana organizzata, (ii) filiere corte per l’impiego di rifiuti alimentari per la produzione di fertilizzanti compostati o energia, (iii) azioni di educazione alimentare per la riduzione degli scarti nella ristorazione istituzionale
Copyright (C) 2018. www.Bioregione.eu